Preghiera dei combattenti e dei reduci

Preghiera dei combattenti e dei reduci

Preghiera dei combattenti e dei reduci

Eterno Iddio,
cui danno gloria i cieli, magnificenza la terra,
obbediscono i venti e i mari, benedici noi, soldati di terra, di mare e di cielo:
combattenti e reduci di tutte le Armi e di tutte le guerre.


Sorretti dalla tua fortezza, abbiamo servito la Patria in armi,
nelle ore cruente della sua storia;
donaci la virtù di servirla con onestà, libertà e concordia,
nelle opere feconde della Pace.


Accresci nei nostri cuori l’amore per la fede, alla famiglia, alla Patria.
Fa che la nostra Bandiera sventoli sempre,
simbolo di civiltà, garanzia di giustizia, segno di vittoria.


Accogli nella Tua gloria, in compagnia dei Santi Tuoi, i nostri Caduti
e rendi la nostra vita degna del loro sacrificio;
e tu Maria, Vergine Bella, Madre di Gesù e Madre nostra,
Castellana d’Italia, veglia maternamente su di noi,
sulle nostre famiglie, sulla nostra Patria.


Così sia.

 

 

Preghiera dell'alpino

Preghiera dell’alpino

Preghiera dell'alpino

Su le nude rocce, sui perenni ghiacciai, su ogni balza delle Alpi
ove la Provvidenza ci ha posto a baluardo fedele delle nostre contrade,
noi, purificati dal dovere pericolosamente compiuto,
eleviamo l’animo a Te, o Signore,
che proteggi le nostre mamme, le nostre spose,
i nostri figli e fratelli lontani
e ci aiuti ad essere degni delle glorie dei nostri avi.

Dio onnipotente, che governi tutti gli elementi, salva noi,
armati come siamo di fede e di amore.
Salvaci dal gelo implacabile, dai vortici della tormenta,
dall’impeto della valanga.

Fa che il nostro piede posi sicuro su le creste vertiginose,
su le diritte pareti, oltre i crepacci insidiosi.
Rendi forti le nostre armi contro chiunque minacci la nostra patria,
la nostra bandiera, la nostra millenaria civiltà cristiana.

E Tu, Madre di Dio, candida più della neve,
tu che hai conosciuto e raccolto ogni sofferenza ed ogni sacrificio di tutti gli alpini caduti,
tu che conosci e raccogli ogni anelito ed ogni speranza di tutti gli alpini vivi ed in armi.
Tu benedici e sorridi ai nostri battaglioni ed ai nostri gruppi.

Così sia.

Preghiera del cuore

Preghiera del cuore

Preghiera del cuore

Cammino ed osservo tutto ciò che mi circonda, nello stupore e nella meraviglia.

 

Contemplo la bellezza infinita delle foglie accarezzate dal vento, del sole che da sempre

scalda ed illumina ogni cosa, ed i miei occhi si perdono nell’orizzonte, e cerco di memorizzare

ogni singolo dettaglio, di ricordare ogni singolo istante.

 

Chiudo gli occhi e ripercorro tutta la strada che ho percorso sinora lungo questa mia vita.

 

Mari, fiumi, laghi, montagne, boschi, prati, uomini,donne, animali.

Felicità, dispiaceri, salute e malattia.

Amori e delusioni, giorni di pioggia e giorni di sole.

 

Quanta strada sino a qui, e quanto mi attende nel mio domani che ti chiedo di benedire, mio

Signore, poichè è nel tuo solo volere, che si cela la mia grazia.

Non considerare il mio limite terreno, e nemmeno le mie miserie.

 

Amami per i miei difetti e riconosci il mio amore puro per te.

Un domani giustificami, e donami il lustro di incontrare i tuoi occhi e spiegarti tutto.

 

Già, perchè pur conoscendomi profondamente, ho cose di cui parlarti, che forse ti sorprenderanno.

Riapro gli occhi e continuo a sentirti dentro di me, sollevo gli occhi al cielo e rivedo la mia

vera patria.

 

Tienimi sempre vicino, mio Dio, mi raccomando a te.

 

Amen. Amen. Amen.

Preghiera per i defunti

Preghiera per i defunti

Preghiera per i defunti

Dio degli spiriti e di ogni carne,
che calpestasti la morte e annientasti il diavolo
e la vita al tuo mondo donasti;
Tu stesso o Signore, dona all’anima del tuo servo …(nome)
il riposo in un luogo luminoso, in un luogo verdeggiante,
in un luogo di freschezza, donde sono lontani sofferenza, dolore e gemito.
Quale Dio buono e benigno perdona ogni colpa da lui commessa con parola,
con opera o con la mente; poiché non v’è uomo che viva e non pecchi;

giacché tu solo sei senza peccato,
e la tua giustizia è giustizia nei secoli
e la tua parola è verità. Poiché tu sei la risurrezione,
la vita e il riposo del tuo servo …(nome),
o Cristo nostro Dio, noi ti rendiamo gloria,
assieme al Padre tuo unigenito,
con il santissimo buono e vivificante tuo Spirito,
ora e sempre e nei secoli dei secoli. Riposino in pace. Amen.

Preghiera delle Cento Croci

Preghiera delle Cento Croci

Preghiera delle Cento Croci

Ecco la Preghiera delle Cento Croci:

IN ITALIANO

Pensa, anima mia, che dovremo morire!

Nella Valle di Giòsafat dovremo andare

e il nemico (il demonio) cercherà di venirci incontro.

Fermati, nemico mio!

Non mi tentare e non mi atterrire,

perché feci cento segni di croce (e qui ci si segna) durante la mia vita

nel giorno dedicato alla Vergine Maria.

Mi segnai, ascrivendo ciò a mio merito,

e tu non avesti potere sulla mia anima.

IN DIALETTO SALENTINO

Pensa, anima mia, ca imu murire;
alla Valle ti Gesufàttu imu scire
e lu nimìcu ‘nnanti ni ole issìre.

Fèrmate, nimìcu mia!
No mi tantàre e no mi ‘ttirrire,
ca centu cruci fici ‘n vita mia

lu giurnu ti la Ergine Maria.
Iò mi li fici, iò mi li scrissi,
parte ti l’anima mia te non d’abbìsti.

LA STORIA

Nelle prime ore del pomeriggio del 15 agosto, giorno della Dormitio Virginis per gli orientali, dell’Assunzione di Maria per i latini, varie famiglie di un vicinato si riuniscono per riproporre una lunga e antica preghiera.

Essa è costituita da una formula dialettale ripetuta per ben cento volte tra altrettante cento Ave Maria, recitate meditando due intere poste di rosario.

Grande preghiera di guarigione

Grande preghiera di guarigione

Grande preghiera di guarigione

O Gesù, dì soltanto una parola e la mia anima guarirà! 

Adesso preghiamo per la salute dell’anima e del corpo, per la pace nel cuore.

Gesù, dì soltanto una parola e la mia anima guarirà! 

Gesù, a volte mi sento non accolto: gli altri non mi capiscono, non mi amano, non mi stimano, non mi ringraziano, non si rallegrano di me. Non riconoscono il mio valore, il mio lavoro. Dì, o Gesù, una parola e la mia anima guarirà! Dimmi la parola: “Ti amo!”. 

O Gesù, tu mi dici queste parole: “Ti amo, tu sei un essere amato!”. 

Grazie o Gesù perché mi dici, mi trasmetti le parole del Padre: “Ti amo, tu sei il mio amato figlio, la mia amata figlia!”. Grazie, o Gesù, perché mi riveli che io sono un essere amato da Dio! O come gioisco per questo: io sono un essere amato da Dio, Dio mi ama! 

Continua a gioire per questo: tu sei un essere amato da Dio! Ripeti queste parole dentro di te, rallegrati di questo!

O Gesù, a volte in me si manifesta la paura: paura di fronte al futuro – cosa avverrà? Come avverrà? -, paura di incidenti, paura che accada qualcosa a me, ai miei figli, ai miei … . Paura di tutto: delle malattie … . Dì, o Gesù, una parola affinché la mia anima guarisca! 

Tu dici, o Gesù: “Non temere! Non temere! Perché avete paura, uomini di poca fede? Non preoccupatevi angosciosamente: guardate gli uccelli, guardate i gigli”. 

O Gesù, che queste parole guariscano la mia anima! 

Ripeto queste parole dentro di me: “Non temere!”. 

Grazie, Gesù, perché le tue parole mi guariscano! 

O Gesù, so come bisogna comportarsi quando ci sono ferite nel corpo: allora rifletto, faccio di tutto per fasciarle, per curarle affinché guariscano. A volte, però, non so come comportarmi nei confronti delle ferite dell’anima: non sono neppure cosciente di esse e le porto in me, porto in me dei pesi. Non perdono e questo causa una profonda mancanza di pace in me, nella mia famiglia. Istruiscimi, o Gesù su come curare le ferite interiori! Dì una parola, o Gesù, affinché la mia anima guarisca! 

Tu, o Gesù, mi dici: “Perdona! Settanta volte sette, sempre! Il perdono è la medicina dell’interiorità, la liberazione dell’interiorità dalla schiavitù!”. Quando in me c’è odio io sono schiavo.

Tua Madre, o Gesù, ci insegna a seguire il tuo esempio e tu dici: “Amate i nemici!”. Tua Madre dice: “Pregate per avere amore verso coloro che vi hanno offeso”. 

O Gesù, donami l’amore verso la persona che mi ha offeso, che mi ha detto qualche parola che mi ha offeso, che mi ha fatto qualche ingiustizia: o Gesù, donami amore verso quella persona! Donami l’amore, o Gesù! 

Ora dico a quella persona: “Ti amo! Ora desidero guardarti non con i miei occhi, ma desidero vederti così come ti vede Gesù”. Dì a quella persona: “Ti amo, ti voglio bene: anche tu sei un essere di Dio, Gesù non ha respinto neanche te e neppure io ti rifiuto. Rifiuto l’ingiustizia, rifiuto il peccato, ma non te!”. 

Continua a pregare per avere amore verso la persona che ti ha offeso. 

A volte sono schiavo nell’interiorità, non ho pace, l’odio mi rende schiavo! In me regnano la gelosia, l’invidia, i pensieri negativi, i sentimenti negativi verso gli altri. Per questo vedo solo il negativo, ciò che è nero nell’altro: perché sono cieco! Per questo le mie parole e reazioni verso quella persona sono negative. 

A volte sono schiavo delle cose materiali, in me c’è avidità. Non sono soddisfatto: penso di possedere poco, poco per me … e come potrei avere qualcosa per gli altri, se manca per me? Mi paragono agli altri, vedo solo ciò che io non ho.

O Gesù, dì una parola, guarisci la mia interiorità! Guarisci il mio cuore! Dì una parola che mi ricordi la caducità delle cose materiali. Apri i miei occhi perché veda ciò che ho, che ho qualcosa per tutti. 

Ringrazia Gesù per tutto ciò che hai e vedrai che possiedi e che puoi dare agli altri!

O Gesù, esiste anche la malattia fisica. Ora ti dono le mie malattie fisiche. Se non ne ho di mie, penso ora agli altri che sono malati nel corpo.

O Gesù, se è tua volontà, guariscici! Guarisci, o Gesù, i nostri dolori corporali! Rialza, Signore, i malati nel corpo! 

Dio Onnipotente benedica tutti voi, vi dia la salute dell’anima e del corpo, vi riempia della sua pace e del suo amore: nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. 

Angeli caduti

Preghiera contro ogni male

Preghiera contro ogni male

Nel nome Santo di Cristo Gesù, per il Suo Preziosissimo Sangue versato per l’umanità intera, con la potente intercessione di Maria Vergine e di tutti i Santi Arcangeli, in particolare di San Michele Arcangelo,Nel Santo nome di di tutti i Santi Angeli e di tutti i Santi, io comando e ordino a qualunque forza malvagia che mi procura un male fisico di andare via in questo istante da me e di non tornare mia più.

Liberami signore Gesù, per l’immensità della tua misericordia, liberami da ogni risentimento che ho verso gli altri, liberami dall’ansia, dallo spirito di angoscia, di acredine e da qualunque altra forza malvagia che mi procura un dolore fisico. Liberami da ogni mancanza di perdono che ho verso me stesso.

Donami la tua pace, e la tua pace in abbondanza. Ti ringrazio e ti benedico.

Nel nome di Cristo Gesù, per il suo preziosissimo Sangue versato anche per me, con la potente intercessione di Maria Vergine e di tutti i Santi Arcangeli, in particolare di San Michele Arcangelo, di tutti i Santi Angeli e di tutti i Santi, tra essi San Francesco, San Padre Pio, San’Antonio da Padova, San Guida Taddeo, Santa Gemma Galgani, Giovanni Paolo II, io spezzo e rompo, sciolgo e anniento, ogni legame medianico e occulto fatto sulla mia salute, ogni maledizione mandata contro di me che mi procura malattia fisica, dolore fisico, ogni maledizione mandata sulla mia testa, sul mio cervello, sulla mia nuca, sui miei occhi, sul mio naso, sulla mia bocca, sui miei denti, sul mio collo, sulle mie mani, sulle mie braccia, sul mio cuore, sul mio fegato, sulla mia cistifellea,sulla mia appendicite, sul mio intestino, sulla mia vescica, sul mio stomaco, sul mio apparato digerente, sui miei organi riproduttivi, sulle mie ginocchia, sulle mie gambe, sui miei piedi, su tutte le mie ossa, su tutti i miei nervi, sulla mia psiche, sulla mia schiena, su tutto il mio corpo !

Nel nome di Cristo Gesù, per il suo preziosissimo Sangue versato anche per me, con la potente intercessione di Maria Vergine e di tutti i Santi Arcangeli, in particolare di San Michele Arcangelo, di tutti i Santi Angeli e di tutti i Santi, tra essi San Francesco, San Padre Pio, San’Antonio da Padova, San Guida Taddeo, Santa Gemma Galgani, Giovanni Paolo II, io spezzo e rompo, sciolgo e anniento, ogni legame medianico e occulto fatto sui miei affetti, sul mio rapporto di coppia, sul mio amoree sulla famiglia che voglio creare o che ho.

Nel nome di Cristo Gesù, per il suo preziosissimo Sangue versato anche per me, con la potente intercessione di Maria Vergine e di tutti i Santi Arcangeli, in particolare di San Michele Arcangelo, di tutti i Santi Angeli e di tutti i Santi, tra essi San Francesco, San Padre Pio, San’Antonio da Padova, San Guida Taddeo, Santa Gemma Galgani, Giovanni Paolo II, io spezzo e rompo, sciolgo e anniento, ogni legame medianico e occulto fatto sulla mia economia, sui miei risparmi, sul mio danaro, sui miei progetti, sui miei affari, sui miei contratti, su tutto il denaro in entrata!

Nel nome di Cristo Gesù, per il suo preziosissimo Sangue versato anche per me, con la potente intercessione di Maria Vergine e di tutti i Santi Arcangeli, in particolare di San Michele Arcangelo, di tutti i Santi Angeli e di tutti i Santi, tra essi San Francesco, San Padre Pio, San’Antonio da Padova, San Guida Taddeo, Santa Gemma Galgani, Giovanni Paolo II, io spezzo e rompo, sciolgo e anniento, ogni legame medianico e occulto fatto sui miei oggetti, sui miei mobili, sui miei cuscini, nei miei materassi,

sui miei vestiti, su tutto ciò che di materiale mi appartiene e/o uso.

Nel nome di Cristo Gesù, per il suo preziosissimo Sangue versato anche per me, con la potente intercessione di Maria Vergine e di tutti i Santi Arcangeli, in particolare di San Michele Arcangelo, di tutti i Santi Angeli e di tutti i Santi, tra essi San Francesco, San Padre Pio, San’Antonio da Padova, San Guida Taddeo, Santa Gemma Galgani, Giovanni Paolo II, io spezzo e rompo, sciolgo e anniento, ogni legame medianico e occulto fatto sulla mia macchina, sulla mia moto, sulla mia bici e su qualunque mio mezzo di trasporto e su qualsiasi mezzo di trasporto utilizzi, anche non mio.

Io lo sciolgo e lo anniento per la potenza del nome e del sangue di Gesù. Grazie Gesù per la tua vittoria, grazie Gesù perché stai intervenendo, grazie per la tua misericordia. Tu sei l’unico Signore e salvatore del mondo. Io ti amo e ti benedico.

 

L'invocazione a Dio

L’ardente invocazione a Dio (il trionfo dell’anima )

L’ardente invocazione a Dio (il trionfo dell’anima)

Padre veramente Santo, fonte di ogni santità, ti bendico ti lodo e ti glorifico.

Ti rendo grazie per la tua gloria immensa.

Sono qui al tuo cospetto, sotto il tuo sguardo di Padre, e a te mi rivolgo con profondo rispetto ed immenso amore.

Padre, mi trovo nella tribolazione.

Permettimi di spiegarti cosa ora mi accade… (si spieghi dettagliatamente il problema e le richieste )

Comprendo mio Dio e mio tutto, che tu già conosci tutto ciò che io ho appena terminato di raccontarti, ma sono cosciente del fatto che tu ami ascoltarlo dalle mie labbra, con l’affetto sincero

e puro che un figlio ha verso il proprio padre.

Sia fatta sempre e comunque la tua volontà, Padre mio.

Ciò che mi sono permesso di chiederti, lo chiedo umilmente nel nome di Gesù Cristo

che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo.

Considera Padre, che la mia richiesta è dettata dal mio limite umano terreno, e nella comprensione

e compassione che ebbe il tuo Divin Figlio Gesù, il quale conobbe tale limite, ti chiedo per i suoi

meriti di esaudirla amorevolmente.

La mia fede è inalienabile, forgiata e pura come l’oro, e tu stesso te ne compiaci.

Il miei peccati li conosci, ma conosci anche il mio amore.

Ti chiedo di perdonare tutti i miei peccati, di cui mestamente ti chiedo perdono, e di considerare

il rispetto e l’immenso amore che ho per te.

Ringrazio Gesù per il suo sacrificio intramontabile ed eroico, e desidero abbracciarlo con tutta la gratitudine di cui è capace la mia anima, ma i cui sentimenti ed emozioni d’amore non sono comprensibili e spiegabili nel mondo mortale.

Desidero ardentemente stringere a me, la Beata e sempre Vergine Maria, unica e vera madre

che da sempre ama ed accompagna Cristo, e a cui chiedo di vegliare lungo il mio peregrinare terreno.

Nel nome di Gesù invoco su di me lo Spirito Santo Paraclito, affinchè dispensi su di me i suoi Santi doni ed unitamente a te, o Padre esaudisca la mia richiesta, rispondendo a questa mia prece.

Amen.

Successivamente dire:

3 Padre Nostro

3 Ave Maria

3Gloria al Padre

3 De Profundis

medaglia di San Benedetto

Medaglia di San Benedetto e/o Croce di san Benedetto

Medaglia di san Benedetto e/o Croce di san Benedetto

Segno della croce

Croce del Santo Padre Benedetto.
Non sia il demonio il mio condottiero;
la Santa Croce sia la mia luce.
Allontanati, satana!
Non mi attirare alle vanità;
sono mali le tue bevande.
Bevi tu stesso i tuoi veleni.

Segno della croce

Signum crucis

Crux Sancti Patris Benedicti.
Non Draco Sit Mihi Dux;
Crux Sacra Sit Mihi Lux.
Vade Retro, Satana!
Numquam Suade Mihi Vana;
Sunt Mala Quae Libas.
Ipse Venena Bibas.

Signum crucis

O Dio, che ti degnasti di riempire dello spirito di tutti i giusti il Tuo santissimo confessore Benedetto, concedi a noi, Tuoi servi, che celebriamo la sua solennità, di compiere fedelmente quello che abbiamo promesso, ricolmi del suo spirito e soccorsi dalla Tua grazia. Amen.

Significato della Croce o Medaglia di san Benedetto

C.S.P.B. = Crux Sancti Patris Benedicti (Croce del Santo Padre Benedetto)
C.S.S.M.L. = Crux Sacra Sit Mihi Lux (la Santa Croce sia la mia luce)
N.D.S.M.D. = Non Draco Sit Mihi Dux (non sia il demonio il mio condottiero)
V.R.S. = Vade Retro, Satana! (allontanati, satana!)
N.S.M.V. = Numquam Suade Mihi Vana (Non mi attirare alle vanità)
S.M.Q.L. = Sunt Mala Quae Libas (sono mali le tue bevande)
I.V.B. = Ipse Venena Bibas (bevi tu stesso i tuoi veleni)

Salmo130

Salmo 130 (129): De profundis

Salmo 130 (129): De profundis

Dal profondo a te grido, o Signore;
Signore, ascolta la mia voce.
Siano i tuoi orecchi attenti
alla voce della mia supplica.

Se consideri le colpe, Signore,
Signore, chi ti può resistere?
Ma con te è il perdono:
così avremo il tuo timore.

Io spero, Signore.
Spera l’anima mia,
attendo la sua parola.
L’anima mia è rivolta al Signore
più che le sentinelle all’aurora.

Più che le sentinelle l’aurora,
Israele attenda il Signore,
perché con il Signore è la misericordia
e grande è con lui la redenzione.
Egli redimerà Israele
da tutte le sue colpe.

De profùndis clamàvi ad te, Dòmine;
Dòmine, exàudi vocem meam.
Fiant àures tuae intendèntes
in vocem deprecatiònis meae.

Si iniquitàtes observàveris, Dòmine,
Dòmine, quis sustinèbit?
Quia apud te propitiàtio est
et propter legem tuam sustìnui te, Dòmine.

Sustìnuit ànima mea in verbo ejus,
speràvit ànima mea in Dòmino.

A custòdia matutìna usque ad noctem,
speret Ìsraël in Dòmino,
quia apud Dòminum misericòrdia,
et copiòsa apud eum redèmptio.
Et ipse rèdimet Ìsraël
ex òmnibus iniquitàtibus ejus.