Theotókos (Vergine Maria)

Theotókos (Vergine Maria)

Theotókos (Vergine Maria)

Inneggiamo senza posa alla gloriosa di Dio, piú santa di tutti i santi; col cuore e con le labbra confessiamola Theotókos, come Colei che è vera genitrice di Dio incarnato e che prega incessantemente per le nostre anime. 
Come non meravigliarci del tuo divino ed umano parto, o venerabilissima? Infatti, o Tuttapura, senza concorso d’uomo tu hai partorito nella carne un Figlio, senza padre, prima ancora dei secoli generato da un Padre senza madre, non subendo alcun mutamento, né mescolanza, né divisione. Perciò, o Vergine madre e sovrana, supplicalo affinché salvi le anime di quanti con retta fede ti esaltano di Dio. 

di Dio, piena di grazia, tu che portando nel tuo seno il fuoco della divinità non ne resti consumata e che generi, senza corruzione, la fonte della vita, il Signore, deh, preserva noi che ti magnifichiamo. 

Tutte le cose restano estatiche a mirare la tua divina gloria: tu, vergine, ignara di nozze, hai portato nel tuo seno il Dio trascendente e hai generato un Figlio che è fuori del tempo e che dona salvezza a quelli che a te inneggiano. 

Ecco compiersi la profezia d’Isaia, poiché vergine generasti e dopo il parto sei rimasta come prima del parto: era infatti Dio Colui che nacque da te e la natura mutò il suo corso. di Dio, non disdegnare le suppliche che i tuoi servi t’innalzano nel santuario; ma tu che porti tra le braccia il Misericordioso, muoviti a pietà dei tuoi servi ed intercedi per la salvezza delle anime nostre. 

Quale figlio fu generato senza seme paterno? Quello che generò il Padre senza seno materno. Paradosso meraviglioso! La Vergine infatti dà alla luce Dio fatto uomo. 

Tutti i cori degli angeli rimasero stupiti, o purissima, di fronte al tremendo mistero del tuo concepimento: Come mai Colui che col suo solo gesto domina tutte le cose è tenuto tra le tue braccia come mortale? Come riceve un inizio Colui che è anteriore ai secoli e viene allattato Colui che con bontà nutre ogni vivente? Perciò ti acclamiamo e ti glorifichiamo quale vera di Dio. 

Alla sempre vergine del Re delle potenze celesti, con purezza di cuore, o fedeli, gridiamo nello Spirito: Salve, Genitrice di Dio, Vergine madre, inesperta di nozze! 

Con cantici incessanti noi celebriamo, o purissima di Dio, il tuo parto ineffabile, Cristo, Dio nostro. 

O Vergine, in modo ineffabile tu hai dato alla luce Uno della Trinità, in due nature, due energie ed una sola ipostasi. Intercedi quindi presso di lui, affinché liberi dalle insidie del coloro che con fede sempre ti invocano: poiché noi tutti ci rifugiamo presso di te, Sovrana, di Dio. 

Ave, Vergine di Dio, o Maria piena di grazia, il Signore è con te: benedetta tu sei fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, perché generasti il Salvatore delle anime nostre. 

Pubblicato da luceperluce

Studioso di religioni e artista. Vivo nell'ombra per donare luce al mondo in ogni mio giorno.

Translate »