Preghiera contro i virus

Preghiera contro i virus

Preghiera contro i virus

Signore Gesù Cristo, pastore delle nostre anime, amico fedele sempre presente, nostra unica

salvezza, eroe degli eroi, consolatore perfetto e verbo incarnato, porgi attenzione alla mia

preghiera, esaudisci la mia supplica!

Da questo mondo in cui mi trovo, circondato dagli angeli, seguaci del re infernale

Satana, caduti dal cielo insieme a lui, io ti invoco mio Signore e Dio, invoco la tua presenza

in questo momento di prova e tribolazione in cui il mondo tutto desta.

Un demone potente semina paura e morte.

Egli ha preso forma di un virus, comandato da Satana ha preso controllo della terra, la stessa

che Dio Padre ha creato con amore e a cui ha donato la vita.

Tu Signore, hai promesso di fare ciò che ti chiediamo, se chiesto nel tuo nome, ed eccomi

qui a te prostrato con fede ed amore assoluto, a chiederti di annientare l’audacia di questo

demone, di questo virus, il cui solo fine è quello di uccidere i figli di Dio.

Io, tutti i miei fratelli e sorelle, tuoi soldati, poichè soldati in Cristo, a mani giunte imploriamo

il tuo pronto intervento risolutore, ed attraverso la nostra preghiera, tutti uniti ti affianchiamo

ed affiancheremo in questa grande battaglia.

Con te al nostro fianco nulla ci fa paura: ne malattia, ne morte, ne povertà, ne abbandono,

poichè, nulla contro di noi può!

Nel Tuo nome Gesù, per la forza del tuo sangue, per la potenza dello Spirito Santo, innalzando

la tua croce, uniti a te prendiamo autorità attraverso la nostra preghiera, e comandiamo ora

a questo demone infernale e a Satana stesso di riconoscere il potere invincibile di

Gesù Cristo!

Egli ti ha sconfitto Satana nel deserto, ha trionfato su di te nellorto degli ulivi, ti ha disarmato

sulla croce, e risorgendo dal sepolcro ha portato i tuoi trofei nel regno della luce.

Vattene demone e Virus di questo tempo, qualsiasi sia il tuo nome, a qualsiasi gerarchia

infernale tu appartenga!

Nel nome del Padre + e del Figlio + e dello Spirito Santo, allontanati da questo mondo

per la fede e la preghiera di noi tutti qui riuniti e di tutta la Chiesa!

Fuggi per il segno della Santa croce di Gesù Cristo, Signore nostro che vive e regna nei secoli

dei secoli. Amen !

RINGRAZIAMENTO:

 

Benedetto il Signore Dio d’Israele,
perché ha visitato e redento il suo popolo,

e ha suscitato per noi una salvezza potente
nella casa di Davide, suo servo,

come aveva promesso
per bocca dei suoi santi profeti d’un tempo;

salvezza dai nostri nemici,
e dalle mani di quanti ci odiano.

Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri
e si è ricordato della sua santa alleanza,

del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre,
di concederci, liberati dalle mani dei nemici,

di servirlo senza timore, in santità e giustizia
al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.

E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo
perché andrai innanzi al Signore a preparargli le strade,

per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza
nella remissione dei suoi peccati,

grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio,
per cui verrà a visitarci dall’alto un sole che sorge,

per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre
e nell’ombra della morte

e dirigere i nostri passi
sulla via della pace.

Gloria al Padre. Come era nel principio è ora e sempre nei secoli dei secoli.

Grazie Gesù per tutto ciò che stai ora facendo e per tutto ciò che farai.

Siamo certi della vittoria sul male.

Siamo certi della nostra fede

Siamo certi del tuo amore.

Grazie Signore dell’amore.

Amen. Amen. Amen.

Preghiera intensa di guarigione

Preghiera intensa di guarigione

Preghiera intensa di guarigione

+Nel nome del Padre + del Figlio + e dello Spirito Santo. Amen.


Padre celeste, Mio Dio, Padre unico ed onnipossente, ascolta la mia preghiera, volgi a me

il tuo amorevole sguardo.

La guarigione di ogni mia infermità, compresa quella attuale che tanto mi fa soffrire, ben

comprendo dipendere dal tuo perdono di tutte le mie iniquità.


Tu conosci ogni mio singolo sbaglio, ogni mio errore.

Tutto il male che volontariamente o involontariamente ho fatto, tu lo conosci perfettamente,

ed hai il vantaggio di conoscerne la gravità effettiva.


Già Padre, perchè il mio limite umano a volte per egoismo o per ignoranza ha il potere di

mettermi in pericolo, rendendomi un ottimo bersaglio dinnanzi a Satana.


Ma il sigillo del mio battesimo e la fede che ogni giorno nutro e faccio crescere al fine di

avvicinarmi sempre di più a te, mi liberano dall’inganno del nemico, spingendomi a riconoscere

le mie colpe, il mio spregevole peccato.


Al mio Salvatore, Gesù Cristo tuo figlio e mio Signore hai consegnato il potere della guarigione

attraverso il tuo perdono e nel Suo nome.


Ed è proprio nel Santo nome di Gesù, del sangue del nuovo patto, sparso per il perdono dei peccati,

nel nome di colui che ha potestà di perdonare i peccati in terra, perdonando a mia volta tutti i

peccati ricevuti, che volontariamente immergo tutto me stesso in carne e spirito nel Suo sangue,

e vengo con fede ardente e certezza della tua grazia a chiederti perdono.


“Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto“. Matteo 7:7

E tutto ciò che chiederete in preghiera, avendo fede lo otterrete”. Matteo 21:22

“Qualunque cosa chiederete nel mio nome, la farò, perchè il Padre sia glorificato nel Figlio.

Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò” Giovanni 14,13-14


Queste Padre sono le promesse del tuo divin Figlio e mio Signore, a noi fatte, e dunque

nel Suo nome ed in nome delle promesse da Lui fatte, a te, Dio trino e uno chiedo di

guarire completamente da questa mia infermità.


Grazie Signore, grazie Gesù per tutto ciò che hai già iniziato a fare col Padre, e per tutto ciò

che ora farai per me, rispondendo alla mia preghiera, guarendomi completamente.


D’ora in avanti onorerò il tuo nome tra le genti, griderò il potere della tua grazia alle moltitudini,

opererò il bene, e la mia guarigione sarà d’esempio a quanti non credono.


Grazie Padre, Grazie Gesù, grazie Spirito Santo.

Amen. Amen. Amen.

Preghiera contro gli impedimenti

Preghiera contro gli impedimenti

Preghiera contro gli impedimenti

+Nel nome del Padre, + del Figlio, + e dello Spirito Santo. Amen.

Padre Santo, Padre onnipossente ed unica vera fonte d’amore inestinguibile, ascolta la mia voce.

Presta attenzione alla mia chiamata, offrimi la tua presenza in questo mio delicato momento.

Nella mia vita, Padre, ci sono degli impedimenti che intralciano il mio cammino terreno.

Impedimenti che ben comprendo non essere da te voluti, e che si rivolgono violentemente

verso la mia persona in quanto figlio/a, a te fedele.

Satana con i suo demoni, da lui commissionati creano blocchi, resistenze, disguidi, ritardi,

incomprensioni, rallentamenti, negazioni e fallimenti.

Continuo impassibile ad avanzare, impegnandomi, opponendomi, battendomi ad ogni

difficoltà valorosamente.

Ciononostante, continuo a destare in difficoltà, ed è solo dopo aver fatto, tutto ciò che umanamente

è a me possibile, che ricorro a te Padre mio, sicuro del tuo amore e certo del tuo pronto intervento

in mio favore.

Nel nome di Gesù Cristo mio Signore e tuo amato Figlio, ti chiedo di disperdere tutti i miei

avversari, chiunque essi siano e da qualsivoglia dimensione provengano.

Annienta la loro audacia, spazzali via liberando il mio cammino terreno, che continuerà

a glorificarti ad ogni mio singolo passo.

Qualsivoglia rituale sia stato fatto contro la mia persona, venga da te ora sciolto completamente

e sia mandanti terreni che esecutori invocati e commissionati dal maligno, vengano giudicati

secondo le tue regole.

Nel nome di Gesù Cristo, vengano ora sbloccate tutte le resistenze, chiariti tutti i disguidi,

cancellati tutti i ritardi, dissolte tutte le incomprensioni, accellerati tutti i rallentamenti,

approvate tutte quelle che risultavano essere prima negazioni, risolti completamente tutti

i fallimenti.

Padre Santo, mio Dio e mio tutto, ringrazio te, il tuo divin Figlio con immensa riconoscenza

ed amore, e riconfermo a Voi il mio rispetto, il mio amore e la mia fede certa ed inespugnabile.

Gloria e onore a Voi, benedetti voi siete, Santo Santo Santo è il vostro nome, per tutti i secoli

dei secoli. Amen! +++

Preghiera di guarigione del corpo

Preghiera di guarigione del corpo

Preghiera di guarigione del corpo

GESÙ, per amor nostro, hai preso su di Te i
nostri peccati e le nostre infermità e sei morto in
Croce per salvarci e guarirci, per darci la vita.
Gesù, crocifisso, sei sorgente di ogni grazia e
benedizione. Ora alziamo a Te il nostro sguardo
e la nostra preghiera per la guarigione nostra e
di tutti i nostri infermi.


Gesù, abbi pietà di noi.


Gesù, hai sofferto sul capo per la corona di
spine e sulla faccia per gli schiaffi e gli sputi.
Per questi tuoi dolori guariscici dal mal di capo,
emicranie, artrosi cervicale, ulcere e da ogni
malattia della pelle.

Gesù, abbi pietà di noi.


Gesù, hai sofferto agli occhi bagnati di sangue e
li hai chiusi morendo per noi.
Per questi tuoi dolori guariscici dalle malattie agli occhi. Dà la vista ai ciechi.
Gesù, abbi pietà di noi.
Gesù, con la voce morente hai pregato il Padre di perdonare i tuoi uccisori e con
l’udito quasi spento hai accolto la preghiera del buon ladrone. Per questo tuo amore
tra sofferenze, guariscici dalle malattie alle orecchie, al naso, alla gola. Dà la parola ai
muti e l’udito ai sordi.
Gesù, abbi pietà di noi.
Gesù, ti hanno inchiodato mani e piedi alla Croce.
Per questo crudele dolore guariscici da paralisi, artrosi, reumatismi, dalle malattie alle
articolazioni e alle ossa. Fa’ camminare gli zoppi. Risana gli handicappati.


Gesù, abbi pietà di noi.


Gesù, nelle tre ore di agonia hai sofferto la sete, il soffocamento e poi sei spirato
emettendo un alto grido, come pazzo d’amore per noi.
Per questi tuoi estremi dolori guariscici dalle malattie ai bronchi, ai polmoni, ai reni,
alla mente e da ogni tumore e malattia strana. Solleva gli agonizzanti.


Gesù, abbi pietà di noi.


Gesù, ti hanno perforato con una lancia il costato, mentre il tuo corpo già morto era
coperto di piaghe e di sangue.
Per il tuo Cuore trafitto e per il tuo Sangue versato fino all’ultima goccia, guariscici
dalle malattie al cuore, al seno, allo stomaco, all’intestino, alla circolazione del
sangue e da emorragie. Chiudi ogni nostra ferita.


Gesù, abbi pietà di noi.

GESÙ, ti preghiamo per i malati qui presenti o presenti nelle nostre intenzioni:
familiari, parenti, amici, conoscenti.
Chiediamo la guarigione per il loro bene e per le necessità della loro famiglia.
In questo momento ti raccomandiamo in particolare… (dire mentalmente i nomi, o a
voce bassa, o a voce alta perché l’attesa di uno sia la preghiera di tutti).
Te li raccomandiamo per l’intercessione della Vergine Maria che era accanto a Te
sotto la Croce.
Desideriamo la guarigione perché cresca la nostra fede, si estenda sempre più il tuo
Regno attraverso segni e prodigi. Gesù, se è volontà del Padre che le malattie
rimangano, in questo momento le accettiamo. Sul tuo esempio vogliamo accettare la
nostra croce con amore.
Ma ti chiediamo la forza di sopportare ogni dolore e di unirlo al tuo grande dolore per
il bene nostro, delle nostre famiglie, della Chiesa, del mondo.
Grazie, Gesù, per quello che farai per noi e per i nostri infermi, perché siamo convinti
che qualsiasi cosa farai sarà sempre una grande benedizione per tutti noi.

Preghiera di guarigione del corpo
Preghiera per recidere le maledizioni generazionali

Preghiera per recidere le maledizioni generazionali

Preghiera per recidere le maledizioni generazionali

O Dio Padre di Misericordia, per intercessione dell’Immacolato Cuore di Maria Santissima, ti preghiamo di liberarci da tutti i mali causati dai nostri antenati che partecipavano all’occultismo, allo spiritismo, alla stregoneria, alle sette sataniche.

Tronca il potere del maligno che per colpa loro, ancora pesa sulle nostre generazioni. Spezza la catena di maledizioni e malefici, opere sataniche che gravano sulla nostra famiglia. Liberaci dai patti satanici, dai legami fisici e mentali con i seguaci di satana e il peccato.
 
Tienici sempre lontano da ogni attività e  da ogni persona con cui Satana può continuare ad esercitare un dominio su di noi e sui nostri figli. Prendi sotto il tuo potere qualsiasi area che sia stata consegnata a Satana dai nostri antenati. Allontana per sempre lo spirito cattivo, ripara ogni suo danno, salvaci da ogni sua nuova insidia.

Te lo chiediamo o Dio, nel nome e per i dolori, il Sangue e i meriti delle Santissime Piaghe di Nostro Signore Gesù Cristo tuo Figlio, che morendo sulla Croce ha vinto Satana e le sue opere per sempre. Amen!

LA GRANDE PREMESSA!

Impariamo a Benedire e non a maledire perchè le maledizioni fatte anche in modo involontario hanno degli effetti devastanti nella vita delle persone.
 
14 Benedite coloro che vi perseguitano, benedite e non maledite. 15 Rallegratevi con quelli che sono nella gioia, piangete con quelli che sono nel pianto. 16 Abbiate i medesimi sentimenti gli uni verso gli altri; non aspirate a cose troppo alte, piegatevi invece a quelle umili. Non fatevi un’idea troppo alta di voi stessi.
17 Non rendete a nessuno male per maleCercate di compiere il bene davanti a tutti gli uomini18 Se possibile, per quanto questo dipende da voi, vivete in pace con tutti. 19 Non fatevi giustizia da voi stessi, carissimi, ma lasciate fare all’ira divina. Sta scritto infatti: A me la vendetta, sono io che ricambierò, dice il Signore. 20 Al contrario, se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli da bere: facendo questo, infatti, ammasserai carboni ardenti sopra il suo capo21 Non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene il male.
 
 Padre Matteo LA GRUA (esorcista):
 
Ci sono poi le maledizioni generazionali. […] Si sciolgono attraverso l’Eucaristia, le celebrazioni eucaristiche. Le Messe di guarigione genealogica sono Messe in suffragio delle anime degli antenati. Questo atto di carità verso i nostri antenati giova molto a noi e rientra nel mistero di solidarietà. Perché la celebrazione eucaristica ha una forza potente di scioglimento delle maledizioni, sia generazionali, sia locali, sia anche personali.
Comunque vi esorto a non maledire mai, papà e mamma; non maledite mai i figli, né i figli dei figli, perché queste maledizioni possono dare dei risultati negativi. Per cui abituatevi sempre a benedire i figli e mai a maledirli. Ed è anche importante non opprimere i poveri, non opprimere gli operai, perché questi possono maledire e  queste maledizioni potrebbero arrivare provocando  gravi conseguenze ai danni dell’azienda di cui fanno parte. (Angela Musolesi, Presidente degli esorcisti, Ed. Carismatici Francescani, Ravenna 2009, pp. 117 e 118).
 
Padre Francesco Bamonte (esorcista):
L’eredità medianica: Come c’è tra i fedeli una comunione alle cose sante, ai beni spirituali e una comunicazione del bene gli uni agli altri, allo stesso modo ci sarebbe una partecipazione, quasi una ripercussione, dei danni spirituali degli uni agli altri, particolarmente di quelli a cui eravamo legati più strettamente nel nostro albero genealogico, come genitori, nonni, bisnonni, zii, ecc.; per cui, anche se non siamo responsabili dei loro peccati, è bene chiedere perdono a Dio, oltre che dei nostri, anche dei loro peccati, e pregare perché essi e noi abbiamo “pace in Dio” e perché ogni influsso negativo del passato che permane nel presente sia annullato, dal momento che i peccati del passato permangono come tentazione nell’oggi. […] Al termine di queste considerazioni possiamo tentare di dare una risposta alla domanda di come mai qualcuno possa trovarsi con qualche forma di facoltà medianiche innate: potrebbe essere la stessa cosa di una malattia genetica che uno si ritrova dalla nascita senza averla voluta, potrebbe averla ereditata inconsapevolmente da qualche membro della famiglia defunto, il quale ha esercitato volontariamente pratiche occulte o spiritismo. La differenza sta nel fatto che diversamente dalle malattie genetiche ereditate, le facoltà medianiche ereditate (ma anche quelle indotte da familiari non defunti) possono essere rifiutate. In che modo? Innanzitutto sforzandosi di non assecondarle, e poi con frequenti rinunce allo spirito di medianità. 
Preghiera contro i sortilegi.

Preghiera contro i sortilegi.

Preghiera contro i sortilegi.

Dio onnipotente ed onnipossente, Padre assoluto, a te invoco!

Volgi il tuo sguardo verso di me, ascolta la mia supplica.

Gesù, figlio di Dio, mio Signore e salvatore, Dio che ti sei fatto uomo, guaritore dei corpi

e salvatore delle anime, a te invoco!

Spirito Santo Paraclito, dono dell’Altissimo, viva fonte di grazia, fuoco, amore e consiglio,

parola delle mie labbra, scendi su di me!

Nel tuo nome Gesù, venga annientato qualsiasi sortilegio, qualsiasi magia, qualsiasi macumba, qualsiasi rito voodoo, qualsiasi malia, qualsiasi fattura, qualsiasi malocchio, qualsiasi invidia e tutti i mali, qualunque essi siano.

Sì, Signore, fai scomparire tutte le opere demoniache sia che siano fabbricate con oro, con argento o con qualsiasi altro metallo, con le ossa e con le unghie umane o di animali, di uccelli sia viventi che morti, sia che provengano dalla terra o da una tomba, sia che siano state confezionate con un chiodo o con un ago o un piolo, che siano state legate con un capello, un cotone o con seta e lino o con canapa oppure con un gozzo o con una corda e con qualche altro vegetale, oppure sono state fatte con il gorgoglio dell’acqua e con il legno incavato o in altra maniera, che tu o Signore, come conoscitore di tutte le cose, conosci meglio di tutti.

Su tutti questi mali, versa il tuo sangue salvifico, mio Signore Gesù Cristo, purifica tutto,

riscatta tutto e dissolvi tutto.

Benedici i mandanti e gli esecutori materiali di suddetti sortilegi, ed in cambio del loro male,

io ti chiedo di effondere su loro ogni sorta di benedizione fisica e spirituale.

Perdono loro dinnanzi a te, Mio Dio e mio tutto, nel nome tuo Gesù.

Con l’intercessione della Beata e sempre Vergine Maria, di San Michele Arcangelo, di San Raffaele e di San Gabriele, di tutti i Santi di Dio e nel nome di Gesù, invoco ora la tua speciale benedizione

Padre, su ogni singolo istante della mia vita a partire da ora, affinchè io sia sempre protetto e

benedetto in ogni mia singola azione terrena.

Grazie Padre, grazie Gesù, grazie Maria, grazie a voi tutti Santi e Sante, e a voi Arcangeli.

Lode e gloria a voi, benedetti voi siete.

Amen. Amen. Amen.

Preghiera a Maria che scioglie i nodi

Preghiera a Maria che scioglie i nodi

Preghiera a Maria che scioglie i nodi

Vergine Maria, Madre del bell’Amore, Madre che non ha mai abbandonato un figliolo che grida aiuto, Madre le cui mani lavorano senza sosta per i suoi figlioli tanto amati, perchè sono spinte dall’amore divino e dall’infinita misericordia che esce dal tuo cuore, volgi verso di me il tuo sguardo pieno di compassione.

Guarda il cumulo di “nodi” della mia vita.

Tu conosci la mia disperazione e il mio dolore.

Sai quanto mi paralizzano questi nodi Maria, Madre incaricata da Dio di sciogliere i “nodi” della vita dei tuoi figlioli, ripongo il nastro della mia vita nelle tue mani.

Nelle tue mani non c’è un “nodo” che non sia sciolto.

Madre Onnipotente, con la grazia e il tuo potere d’intercessione presso tuo Figlio Gesù, mio Salvatore, ricevi oggi questo “nodo” (dire il “nodo” che ci opprime).

Per la gloria di Dio ti chiedo di scioglierlo e di scioglierlo per sempre. Spero in Te.

Sei l’unica consolatrice che Dio mi ha dato. Sei la fortezza delle mie forze precarie, la ricchezza delle mie miserie, la liberazione di tutto ciò che mi impedisce di essere con Cristo. 

Accogli il mio richiamo. Preservami, guidami proteggimi, sii il mio rifugio.

Maria che scioglie i nodi, prega per me.

Preghiera di benedizione dei nemici (potentissima)

Preghiera di benedizione dei nemici (potentissima)

Preghiera di benedizione dei nemici.

Benedici o Padre, nel nome di Gesù, tutti i miei nemici.

Benedici ognuno di loro, settanta volte sette più di quanto loro hanno maledetto me.

Benedici ognuno di loro, settanta volte sette più di quanto mi hanno fatto soffrire.

Benedici ognuno di loro, settanta volte sette più di quante parole malvagie, loro hanno proferito alle mie spalle.

Benedici ognuno di loro, settanta volte sette più di tutta l’invidia che hanno provato nei miei confronti, augurandomi sventura.

Benedici ognuno di loro, settanta volte sette più di tutto l’odio che hanno covato nei miei confronti, in ogni loro cuore.

Benedici ognuno di loro, settanta volte sette più di tutta la solitudine, di tutto l’abbandono e di tutta la povertà che ho subito lungo la mia vita per causa loro.

Benedici ognuno di loro, le loro famiglie e tutto ciò che a loro appartiene, settanta volte sette.

Queste benedizioni giungano Padre ora a loro, nel nome di Gesù.

Questa è la mia preghiera di benedizione dei nemici, che giunga loro settanta volte sette, ogni giorno della loro vita. 

Amen. Amen. Amen.

Preghiera imperativa contro i demoni

Preghiera imperativa contro i demoni

Preghiera imperativa contro i demoni

Nel nome di Gesù Cristo in comunione con Maria Vergine Santissima, di tutti i Santi e Sante di Dio,dei risplendenti Arcangeli Michele Raffaele e Gabriele, di tutti i Martiri di Dio, di tutti gli esorcisti del mondo come Padre Gabriele Amorth, Don Silvino Battistoni, Don Giuseppe Capra, Don Antonio Di Monda, Don Ernetti Pellegrino, Padre Matteo La Grua, Don Gennaro Lo Schiavo, Monsignor Giovanni Battista Proja, Don Raul Salvucci, Monsignor Ferruccio Sutto, Padre Ignazio Terzi, Padre Leonardo Tiveron, di tutti gli Angeli divini e sotto la protezione di Dio Padre Onnipotente, comando a tutti i demoni delegati a danneggiare il mio corpo attraverso qualsiasi tipo di malattia di uscire immediatamente da me !

E’ Gesù Cristo che ve lo comanda !

Nel nome di Gesù Cristo comando a tutti i demoni presenti in questa casa di uscire immediatamente e di ritornare all’inferno.

E’ Gesù Cristo che ve lo comanda !

Nel nome di Gesù Cristo comando a tutti i demoni incaricati di nuocere ai miei affari, al mio lavoro, alla mia felicità, alla mia famiglia, di allontanarsi da me immediatamente e di ritornare all’Inferno.

E’ Gesù Cristo che ve lo comanda !

«Non piangere più; ha vinto il leone della tribù di Giuda, il Germoglio di Davide, e aprirà il libro e i suoi sette sigilli». ( ripetere x 7 volte )

A Colui che ci ama e ci ha liberati dai nostri peccati con il suo sangue, che ha fatto di noi un regno di sacerdoti per il suo Dio e Padre, a lui la gloria e la potenza nei secoli dei secoli.
Amen.( x 7 volte )

Signore Gesù, in tuo nome, e con il potere del tuo Preziosissimo Sangue, sigillo ogni persona a me cara, ogni mia azione e ogni evento attraverso i quali il nemico voglia farmi e farci del male.

Con il potere del Sangue di Gesù, e nel nome di Gesù io sigillo la mia casa, tutti coloro che vi abitano (nominare ciascuno di loro), le persone che il Signore mi invierà e i cibi e i beni che generosamente ci ha offerto per il nostro sostentamento.

Con il potere del Sangue di Gesù, e nel nome di Gesù, io sigillo tutti i luoghi in cui starò in questa giornata, e le persone, le imprese o le istituzioni con le quali tratterò (nominare ciascuna di loro).

Con il potere del Sangue di Gesù, e nel nome di Gesù tutto ciò che mi appartiene e sia stato maleficato o utilizzato come ponte dai demoni, venga immerso nel preziosissimo Sangue ed ora venga completamente purificato.

Immergo nel Sangue di Gesù tutto il mio corpo, tutta la mia anima, e chiedo a te, Mio Dio, sempre nel Santo nome di Gesù, il perdono di tutti i miei peccati dal primo giorno del mio nascere sino ad ora.

Lode e gloria a te, Mio Gesù, gloria e lode a te, Mio Dio, a te Madre Maria Vergine Santissima.
Lode e gloria a voi tutti Arcangeli, Angeli, Santi e Sante di Dio, a voi tutti Martiri, a voi tutti esorcisti soldati di Cristo.

Amen! Amen! Amen!

Aiutiamo chi ora è in difficoltà

Aiutiamo chi ora è in difficoltà

Aiutiamo chi ora è in difficoltà

Crediamo che aiutare quando naturalmente si ha la possibilità di farlo, sia un grande gesto d’amore, verso chi è nel bisogno, e riesce attraverso un piccolo aiuto, talvolta a salvarsi addirittura la vita.

E’il più nobile gesto d’amore terreno, quello di aiutare il prossimo, esattamente come ci viene indicato da Gesù stesso nel Vangelo, poichè Gesù non solo aveva compassione dei poveri, ma si interessava di loro e dei loro bisogni.

Lui e gli apostoli avevano un fondo comune da cui attingevano per aiutare gli israeliti bisognosi. (Matteo 26:6-9; Giovanni 12:5-8; 13:29) Gesù incoraggiò quelli che volevano divenire suoi seguaci a riconoscere che avevano l’obbligo di aiutare gli indigenti.

A un giovane capo ricco disse: “Vendi tutto ciò che hai e distribuiscilo ai poveri, e avrai un tesoro nei cieli; e vieni, sii mio seguace”.

Il fatto che quest’uomo non fosse disposto a separarsi dai suoi beni dimostra che amava le ricchezze più di quanto amasse Dio e il prossimo.

Non aveva quindi le qualità necessarie per essere un discepolo di Gesù. — Luca 18:22, 23.

E nella lettera ai Corinzi (1-13)

1 Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, sono come un bronzo che risuona o un cembalo che tintinna.


2 E se avessi il dono della profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza, e possedessi la pienezza della fede così da trasportare le montagne, ma non avessi la carità, non sono nulla.


3 E se anche distribuissi tutte le mie sostanze e dessi il mio corpo per esser bruciato, ma non avessi la carità, niente mi giova.


4 La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia, 

5 non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, 

6 non gode dell’ingiustizia, ma si compiace della verità. 

7 Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. 

8 La carità non avrà mai fine. Le profezie scompariranno; il dono delle lingue cesserà e la scienza svanirà. 

9 La nostra conoscenza è imperfetta e imperfetta la nostra profezia. 

10 Ma quando verrà ciò che è perfetto, quello che è imperfetto scomparirà. 

11 Quand’ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino. Ma, divenuto uomo, ciò che era da bambino l’ho abbandonato. 

12 Ora vediamo come in uno specchio, in maniera confusa; ma allora vedremo a faccia a faccia. Ora conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, come anch’io sono conosciuto.


13 Queste dunque le tre cose che rimangono: la fede, la speranza e la carità; ma di tutte più grande è la carità!”

Aiutiamo nel silenzio chi incontriamo, senza pubblicare foto o facendo nomi e cognomi, poichè crediamo nel rispetto e nella dignità di cui ogni uomo ha diritto, seppur nel bisogno.