Preghiera dell'alpino

Preghiera dell’alpino

Preghiera dell'alpino

Su le nude rocce, sui perenni ghiacciai, su ogni balza delle Alpi
ove la Provvidenza ci ha posto a baluardo fedele delle nostre contrade,
noi, purificati dal dovere pericolosamente compiuto,
eleviamo l’animo a Te, o Signore,
che proteggi le nostre mamme, le nostre spose,
i nostri figli e fratelli lontani
e ci aiuti ad essere degni delle glorie dei nostri avi.

Dio onnipotente, che governi tutti gli elementi, salva noi,
armati come siamo di fede e di amore.
Salvaci dal gelo implacabile, dai vortici della tormenta,
dall’impeto della valanga.

Fa che il nostro piede posi sicuro su le creste vertiginose,
su le diritte pareti, oltre i crepacci insidiosi.
Rendi forti le nostre armi contro chiunque minacci la nostra patria,
la nostra bandiera, la nostra millenaria civiltà cristiana.

E Tu, Madre di Dio, candida più della neve,
tu che hai conosciuto e raccolto ogni sofferenza ed ogni sacrificio di tutti gli alpini caduti,
tu che conosci e raccogli ogni anelito ed ogni speranza di tutti gli alpini vivi ed in armi.
Tu benedici e sorridi ai nostri battaglioni ed ai nostri gruppi.

Così sia.

Preghiera per la giustizia sociale

Preghiera per la giustizia sociale

Preghiera per la giustizia sociale

Mio Dio, mio tutto, a te invoco e a te questa mia preghiera è rivolta.

Gesù è venuto ad abitare in mezzo a noi, ed ha di fatto conosciuto il mondo.

Sanava gli ammalati, resuscitava i morti, consolava gli afflitti ed i poveri.

Questo mondo, Padre Santo, è pieno di ingiustizie. C’è chi ha molto e c’è chi ha poco o nulla.

Nell’infinito mistero dei tuoi progetti e dei motivi per cui permetti tutto questo, io rimango stupito.

Padre, tu lo sai, vi è differenza tra parlare di povertà ed essere poveri.

Vi è differenza tra il potersi scaldare, ed il non poterlo fare.

Vi è differenza tra il potersi sfamare ogni giorno, ed il non poterlo fare.

Vi è differenza tra il potersi curare e non poterlo fare.

Sono drammi terreni, Padre, situazioni e contesti di grande sofferenza, dove l’uomo mortale desta nelle tenebre

del mondo, solo ed in balia del male.

C’è bisogno di uguaglianza, di dignità e di amore…ma per tutti.

La giustizia sociale, è questo che ti vengo a domandare, affinchè tutti possano vivere questa vita, almeno

dispensati dei bisogni fondamentali.

Ti domando umilmente questo, poichè altrimenti, per molti questa vita non è più tale.

Sono certo che la disuguaglianza, la povertà, la sofferenza, la fame e l’abbandono, non sono le tue volontà

destinate ai tuoi figli.

Questi mali provengono da Satana, ma tu insegni che l’ultima parola è la tua…

Intervieni, Mio Signore e Padre e soccorri chi è nel bisogno, riportando equilibrio e bellezza in questo mondo.

Grazie Padre. Lode e gloria a te, benedetto tu sei, Santo, Santo, Santo è il tuo nome.

Amen.

Preghiera di liberazione

Preghiera di liberazione

Preghiera di liberazione

Benediciamo il Signore perché Eterna è la sua misericordia.

O Dio Altissimo e Padre nostro, fiduciosi nell’infallibilità delle sante parole del tuo Figlio Gesù Cristo che ha detto: “Tutto quello che chiederete con fede nella preghiera lo otterrete” (Mt 21, 22), ecco che oggi noi Ti rivolgiamo la nostra accorata supplica:dall’angoscia, dalla tristezza e dalle ossessioni, liberaci o Signore.

Dall’odio, dalla fornicazione e dall’invidia, liberaci o Signore.

Dai pensieri di gelosia, di rabbia e di morte, liberaci o Signore.

Da ogni tentazione contro la vita, liberaci o Signore.

Da ogni forma di sessualità cattiva, liberaci o Signore.

Dalla divisione in famiglia e da ogni amicizia cattiva, liberaci o Signore.

Da ogni forma di maleficio, di maledizione, di fattura di stregoneria e da qualsiasi male occulto, liberaci o Signore.

O Signore che hai detto, vi lascio la pace, vi do la mia pace, per l’intercessione della beata Vergine Maria, concedici di essere liberati da ogni male e di vivere sempre nella tua pace.

Per Cristo nostro Signore.  Amen.