Preghiera dei combattenti e dei reduci

Preghiera dei combattenti e dei reduci

Preghiera dei combattenti e dei reduci

Eterno Iddio,
cui danno gloria i cieli, magnificenza la terra,
obbediscono i venti e i mari, benedici noi, soldati di terra, di mare e di cielo:
combattenti e reduci di tutte le Armi e di tutte le guerre.


Sorretti dalla tua fortezza, abbiamo servito la Patria in armi,
nelle ore cruente della sua storia;
donaci la virtù di servirla con onestà, libertà e concordia,
nelle opere feconde della Pace.


Accresci nei nostri cuori l’amore per la fede, alla famiglia, alla Patria.
Fa che la nostra Bandiera sventoli sempre,
simbolo di civiltà, garanzia di giustizia, segno di vittoria.


Accogli nella Tua gloria, in compagnia dei Santi Tuoi, i nostri Caduti
e rendi la nostra vita degna del loro sacrificio;
e tu Maria, Vergine Bella, Madre di Gesù e Madre nostra,
Castellana d’Italia, veglia maternamente su di noi,
sulle nostre famiglie, sulla nostra Patria.


Così sia.

 

 

Preghiera dell'alpino

Preghiera dell’alpino

Preghiera dell'alpino

Su le nude rocce, sui perenni ghiacciai, su ogni balza delle Alpi
ove la Provvidenza ci ha posto a baluardo fedele delle nostre contrade,
noi, purificati dal dovere pericolosamente compiuto,
eleviamo l’animo a Te, o Signore,
che proteggi le nostre mamme, le nostre spose,
i nostri figli e fratelli lontani
e ci aiuti ad essere degni delle glorie dei nostri avi.

Dio onnipotente, che governi tutti gli elementi, salva noi,
armati come siamo di fede e di amore.
Salvaci dal gelo implacabile, dai vortici della tormenta,
dall’impeto della valanga.

Fa che il nostro piede posi sicuro su le creste vertiginose,
su le diritte pareti, oltre i crepacci insidiosi.
Rendi forti le nostre armi contro chiunque minacci la nostra patria,
la nostra bandiera, la nostra millenaria civiltà cristiana.

E Tu, Madre di Dio, candida più della neve,
tu che hai conosciuto e raccolto ogni sofferenza ed ogni sacrificio di tutti gli alpini caduti,
tu che conosci e raccogli ogni anelito ed ogni speranza di tutti gli alpini vivi ed in armi.
Tu benedici e sorridi ai nostri battaglioni ed ai nostri gruppi.

Così sia.

Preghiera per la benedizione della casa

Preghiera per la benedizione della casa

Preghiera per la benedizione della casa

Sia benedetto il Santo Nome di Gesù coi nove protettori angelici.

Siano i quattro santi Arcangeli ai quattro angoli di questa abitazione e vogliano essere i suoi guardiani e difensori, affinché d’ora innanzi non la colpisca nessuna disgrazia venuta dai fantasmi diabolici e dalla perfidia umana.

Sia tetto di questa casa la croce di Gesù. Siano i suoi bracci i chiavistelli della sua porta. La corona di Gesù Cristo sia il suo scudo e le servano da serratura e da muro le sue cinque sante piaghe.

Sia così benedetta questa casa in tutto il suo perimetro.
Tu, Re veneratissimo dei cieli,
proteggi con le tue benigne ali i frutti dei campi, i giardini e gli alberi contro il ritorno di ogni sventura.

Ci sia dato di vivere felici, in buona salute e da cristiani. Amen.

Preghiera intensa di guarigione

Preghiera intensa di guarigione

Preghiera intensa di guarigione

+Nel nome del Padre + del Figlio + e dello Spirito Santo. Amen.


Padre celeste, Mio Dio, Padre unico ed onnipossente, ascolta la mia preghiera, volgi a me

il tuo amorevole sguardo.

La guarigione di ogni mia infermità, compresa quella attuale che tanto mi fa soffrire, ben

comprendo dipendere dal tuo perdono di tutte le mie iniquità.


Tu conosci ogni mio singolo sbaglio, ogni mio errore.

Tutto il male che volontariamente o involontariamente ho fatto, tu lo conosci perfettamente,

ed hai il vantaggio di conoscerne la gravità effettiva.


Già Padre, perchè il mio limite umano a volte per egoismo o per ignoranza ha il potere di

mettermi in pericolo, rendendomi un ottimo bersaglio dinnanzi a Satana.


Ma il sigillo del mio battesimo e la fede che ogni giorno nutro e faccio crescere al fine di

avvicinarmi sempre di più a te, mi liberano dall’inganno del nemico, spingendomi a riconoscere

le mie colpe, il mio spregevole peccato.


Al mio Salvatore, Gesù Cristo tuo figlio e mio Signore hai consegnato il potere della guarigione

attraverso il tuo perdono e nel Suo nome.


Ed è proprio nel Santo nome di Gesù, del sangue del nuovo patto, sparso per il perdono dei peccati,

nel nome di colui che ha potestà di perdonare i peccati in terra, perdonando a mia volta tutti i

peccati ricevuti, che volontariamente immergo tutto me stesso in carne e spirito nel Suo sangue,

e vengo con fede ardente e certezza della tua grazia a chiederti perdono.


“Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto“. Matteo 7:7

E tutto ciò che chiederete in preghiera, avendo fede lo otterrete”. Matteo 21:22

“Qualunque cosa chiederete nel mio nome, la farò, perchè il Padre sia glorificato nel Figlio.

Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò” Giovanni 14,13-14


Queste Padre sono le promesse del tuo divin Figlio e mio Signore, a noi fatte, e dunque

nel Suo nome ed in nome delle promesse da Lui fatte, a te, Dio trino e uno chiedo di

guarire completamente da questa mia infermità.


Grazie Signore, grazie Gesù per tutto ciò che hai già iniziato a fare col Padre, e per tutto ciò

che ora farai per me, rispondendo alla mia preghiera, guarendomi completamente.


D’ora in avanti onorerò il tuo nome tra le genti, griderò il potere della tua grazia alle moltitudini,

opererò il bene, e la mia guarigione sarà d’esempio a quanti non credono.


Grazie Padre, Grazie Gesù, grazie Spirito Santo.

Amen. Amen. Amen.

Preghiera antichissima a San Michele Arcangelo

Preghiera antichissima a San Michele Arcangelo

Preghiera antichissima a San Michele Arcangelo

Gloriosissimo Principe della Milizia Celeste, Arcangelo San Michele, difendici in questa ardente battaglia contro tutte le potenze delle tenebre e la loro spirituale malizia.

Vieni in soccorso degli uomini creati da Dio a sua immagine e somiglianza e riscattati a gran prezzo dalla tirannia del demonio.

Combatti oggi le battaglie del Signore con tutta l’armata degli Angeli beati, come già hai combattuto contro il principe dell’orgoglio lucifero ed i suoi angeli ribelli; e questi ultimi non potettero trionfare e ormai non vi è più posto per essi nei cieli.

Ma è caduto questo grande dragone, questo antico serpente che si chiama lo spirito del mondo, che tende trappole a tutti. Sì, è caduto sulla terra ed i suoi angeli sono stati respinti con lui.

Ora ecco che, questo antico nemico, questo vecchio omicida, si erge di nuovo con una rinnovata rabbia. Trasfiguratosi in angelo di luce, egli nascostamente invase e circuì la terra con tutta l’orda degli spiriti maligni, per distruggere in essa il nome di Dio e del suo Cristo e per manovrare e rubarvi le anime destinate alla corona della gloria eterna, per trascinarle nell’eterna morte.

Il veleno delle sue perversioni, come un immenso fiume d’immondizia, cola da questo dragone malefico e si trasfonde negli uomini di mente e spirito depravato e dal cuore corrotto; egli versa su di loro il suo spirito di menzogna, di empietà e di bestemmia ed invia loro il suo alito di lussuria, di tutti i vizi e di tutte le iniquità.

La Chiesa, questa Sposa dell’Agnello Immacolato, è ubriacata da nemici scaltrissimi che la colmano di amarezze e che posano le loro sacrileghe mani su tutte le sue cose più desiderabili.

Laddove c’è la sede del beatissimo Pietro posta a cattedra di verità per illuminare i popoli, lì, hanno stabilito il trono abominevole della loro empietà, affinché colpendo il pastore, si disperda il gregge.

Pertanto, o mai sconfitto Duce, vieni incontro al popolo di Dio contro questa irruzione di perversioni spirituali e sconfiggile.

Tu sei venerato dalla Santa Chiesa quale suo custode e patrono; tu, glorioso difensore contro le nefaste potestà terrene e infernali; a te il Signore ha affidato le anime che un giorno occuperanno le sedi celesti.

Prega, dunque, il Dio della pace a tenere schiacciato satana sotto i nostri piedi, affinché non possa continuare a tenere schiavi gli uomini e a danneggiare la Chiesa.

Presenta all’Altissimo, le tue e le nostre preghiere, perché scenda presto su di noi la Sua Divina Misericordia e tu possa incatenare il dragone, il serpente antico, satana ed incatenarlo negli abissi.

Solo così non sedurrà più le anime. Amen.

Preghiera a Maria che scioglie i nodi

Preghiera a Maria che scioglie i nodi

Preghiera a Maria che scioglie i nodi

Vergine Maria, Madre del bell’Amore, Madre che non ha mai abbandonato un figliolo che grida aiuto, Madre le cui mani lavorano senza sosta per i suoi figlioli tanto amati, perchè sono spinte dall’amore divino e dall’infinita misericordia che esce dal tuo cuore, volgi verso di me il tuo sguardo pieno di compassione.

Guarda il cumulo di “nodi” della mia vita.

Tu conosci la mia disperazione e il mio dolore.

Sai quanto mi paralizzano questi nodi Maria, Madre incaricata da Dio di sciogliere i “nodi” della vita dei tuoi figlioli, ripongo il nastro della mia vita nelle tue mani.

Nelle tue mani non c’è un “nodo” che non sia sciolto.

Madre Onnipotente, con la grazia e il tuo potere d’intercessione presso tuo Figlio Gesù, mio Salvatore, ricevi oggi questo “nodo” (dire il “nodo” che ci opprime).

Per la gloria di Dio ti chiedo di scioglierlo e di scioglierlo per sempre. Spero in Te.

Sei l’unica consolatrice che Dio mi ha dato. Sei la fortezza delle mie forze precarie, la ricchezza delle mie miserie, la liberazione di tutto ciò che mi impedisce di essere con Cristo. 

Accogli il mio richiamo. Preservami, guidami proteggimi, sii il mio rifugio.

Maria che scioglie i nodi, prega per me.

Preghiera per risolvere i problemi economici

Preghiera per eliminare i problemi economici

Preghiera per eliminare i problemi economici

Signore Gesù, vengo a mettermi alla Tua presenza in questo momento e a offrirti la mia vita con tutto ciò che porto nel cuore: le mie angosce, la mia tristezza, la mia solitudine, e soprattutto, Gesù, la preoccupazione che nutro per le mie condizioni finanziarie.

Voglio chiederti di effondere il Tuo Sangue su di me e su tutta la realtà che circonda la mia vita finanziaria, e sul modo in cui influisce sulla mia famiglia, sul mio lavoro e sulle persone con cui mi relaziono.

Ho vissuto momenti di grande afflizione, perché la mia vita finanziaria è completamente disorganizzata.

Oggi ho molti debiti e non so davvero cosa fare.

Ho dei conti da pagare, l’affitto in ritardo, devo del denaro ad altre persone, e questo sta compromettendo la mia famiglia e la nostra armonia familiare.

Per questo ti supplico: Gesù, effondi su tutto questo il Tuo Sangue, perché se ci fosse qualche tipo di problema spirituale direttamente legato alla mia vita finanziaria sia eliminato con il potere del Tuo Sangue!

La Tua parola dice: “Non preoccupatevi dunque dicendo: ‘Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?’.

Di tutte queste cose vanno in cerca i pagani. Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno.

Cercate invece, anzitutto, il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta.

Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. A ciascun giorno basta la sua pena” (Mt 6, 31-34)

 
Ti cerco perché ho capito che ho bisogno della Tua presenza in tutto.

Ti chiedo, però, Signore Gesù, di liberarmi da tutti i problemi che ho nella mia vita finanziaria, perché credo nella Tua Parola e che Tu mi guardi e ti preoccupi per la realtà finanziaria che sto vivendo.

Invoco il potere del Tuo nome, Gesù, su tutto il mio albero genealogico, su tutti i miei avi.

Se tra i miei antenati ci sono state discussioni per questioni finanziarie, furti o tradimenti nella nostra famiglia e sono state scagliate parole di maledizione, parole pronunciate con odio, rabbia o invidia, elimina tutto questo nel potere del Tuo nome, Gesù!

Nulla di tutto ciò abbia più potere su di me o sulla mia vita finanziaria.

Se tra i miei antenati ci sono state situazioni di persone attaccate al denaro, situazioni di omicidio a causa del denaro, ambizione, denaro familiare speso per cose illecite, droghe, prostituzione, sesso, adulterio, menzogne… renditi ora presente in tutto questo, Gesù, e che il Tuo nome lo curi e lo liberi.

Se i miei antenati o io abbiamo speso del denaro in cose sbagliate o per alimentare situazioni di peccato, oggi chiedo perdono, perché so che il denaro speso male può diventare una maledizione per noi, e per questo liberaci.

Il Tuo Sangue redentore possa essere effuso su di me e sui miei antenati se abbiamo cercato soluzioni in cui Tu non eri presente: se abbiamo cercato aiuto negli incantesimi, nell’occultismo, nella macumba, nella chiromanzia, nella negromanzia; in tutto questo, Signore Gesù, proclamo il Tuo potere e la Tua liberazione.

Se ho cercato aiuto finanziario attraverso la stregoneria, se ho cercato dei maghi, se ho agito contro altre persone, se la mia casa è stata usata a questi scopi, il mio lavoro, il mio studio, RINUNCIO a tutto questo ora, Gesù, per il potere del Tuo Nome! Rinuncio a tutto questo!

Ti chiedo perdono se io o i miei antenati abbiamo cercato tutte queste cose, che oggi so che non gradisci.

Ti chiedo perdono, Gesù, se ho dubitato del fatto che ti prendi cura di me e della mia famiglia. Perdonami se Ti ho offeso con brutte parole, se ti ho incolpato per questa difficoltà finanziaria, perdono, Signore!

Perdonami se ho maledetto il mio impiego, i miei capi, se ne ho parlato male augurando loro il male e il dolore!

Voglio anche perdonare chi è stato ingiusto con me, quando ha ritardato il pagamento del mio stipendio o non mi ha pagato quello che mi spettava.

Lo perdono ora nel Tuo Nome, Gesù.

Da oggi, Signore Gesù, possa io cogliere i frutti della liberazione da tutti i problemi e i debiti nella mia vita finanziaria.

Effondi il Tuo Spirito Santo su di me e aiuta le mie capacità naturali, perché trovi un modo per saldare i miei debiti, perché so che il denaro non cade dal cielo.

Rafforza le mie conoscenze, donami saggezza, organizzazione e la capacità di amministrare questi debiti.

Ti chiedo di aprirmi le porte di nuove opportunità di impiego, che le situazioni lavorative e finanziarie vadano avanti per la forza del Tuo Nome, Gesù.

Lo Spirito Santo mi dia la tranquillità e la calma necessarie in casa, con i miei familiari, e non permetta la disperazione e l’impazienza!

Voglio proclamare che da oggi sono una persona nuova, che la mia vita finanziaria si risolverà presto e che ti cercherò con fedeltà di cuore!

Metto tutto nelle Tue mani, e per questo proclamo: Signore, confido e spero in Te!

Amen!

 
 
Preghiera di liberazione da Asmodeo

Preghiera di liberazione da Asmodeo

Preghiera di liberazione da Asmodeo

nostro Signore e nostro Dio (Gv 20,28),
venuto nella carne per rimettere in libertà gli oppressi
e proclamare ai prigionieri la liberazione (cfr. Lc 4,18),
tu che hai detto: “Se uno osserva la mia parola,
fa’ che possiamo comprendere e dare ascolto alle tue parole
e perseverare nella verità;
tu che hai parlato al mondo apertamente (Gv 18,20)
e non hai mai nascosto nulla del tesoro della tua rivelazione,
e hai condannato al silenzio il demonio impuro
che ti scongiurava di non tormentarlo con la tua parola di conoscenza (Mc 5,6-8),
noi ti supplichiamo: “Abbi pietà di noi”.
Con la forza di un montone dalle due corna (Dn 8,6),
spirito di distruzione e di furore,
affligge ed ingiuria il nostro cuore,
rinfacciandoci ogni giorno tutti i nostri peccati occulti (cfr. Sal 89,8)
e approfittando della nostra carnale debolezza (cfr. Mt 26,41);
poiché siamo ancora bisognosi di latte e non di cibo solido (Eb 5,12),
attenta alla nostra vita relazionale, sentimentale, affettiva e familiare.
Rabbiosamente geloso di noi (cfr. Tb 6,15),
umiliato dal perdono di tutte le nostre iniquità (cfr. Eb 8,12)
che tu, Signore Gesù, hai meritato per noi sottoponendoti alla croce,
lui attenta alla nostra vita, in particolare alla nostra vita sessuale:
nemico dell’unione coniugale e della relazione con il corpo,
produce in noi sentimenti di fornicazione,
distorsioni immaginative, fissazioni, angosce,
scrupoli, ansie di sventura e divisione e da ultima la morte (Tb 3,8a).
Noi ci rivolgiamo a te Gesù,
che sei il Signore del nostro corpo.
Ci appelliamo alla immacolata purezza del tuo corpo umano,
perché in nome di essa tu esegua i tuoi giudizi su Asmodeo
e su tutti coloro che ti disprezzano (cfr. Ez 28,26).
Tu sei benedetto, Signore,
e benedetto è il tuo Nome nei secoli (Tb 3,11).
Tu sei “il Signore che agisce con misericordia,
con diritto e giustizia sulla terra” (Ger 9,23):
ti supplichiamo di avere pietà di noi.
Signore Gesù Cristo,
di liberare la figlia tormentata da un demonio (cfr. Mt 15,21),
ti scongiuriamo di volerci liberare dal tormento di Asmodeo,
dalla sua astuzia demoniaca, dalla sua ostinata provocazione,
perché udendo la tua voce
possa urlare il suo tormento (cfr. Mc 1,23-24)
e così fuggire e non comparire mai più intorno a noi (cfr. Tb 6,17).
Liberaci in questo stesso momento, Signore Gesù,
da ogni inclinazione o sentimento di doppiezza, incontinenza,
lussuria, impurità, ossessione, vizio, fornicazione, adulterio, scandalo.
Liberaci da ogni ambizione o vanità sessuale,
da qualunque scurrilità di linguaggio, dai comportamenti libertini,
dalla compiacenza nella volgarità,
dalle parole oscene e dalla perversione del costume.
Ti preghiamo di spegnere il fuoco della continua ossessione,
il rumore delle voci interiori, le proiezioni immaginative
e tutto il ciclo spirituale di attività impure che Asmodeo
esercita su di noi e con le quali umilia la nostra immagine di te.
e amiamo te.
Per l’intercessione dell’Immacolata Vergine Maria
ti supplichiamo di ascoltarci.
Per il Santo Nome della tua e nostra Madre,
ti imploriamo di liberarci da Asmodeo e da tutti gli spiriti impuri.
Te lo chiediamo perché sei Gesù e tutto puoi.
Amen.
Aiutiamo chi ora è in difficoltà

Aiutiamo chi ora è in difficoltà

Aiutiamo chi ora è in difficoltà

Crediamo che aiutare quando naturalmente si ha la possibilità di farlo, sia un grande gesto d’amore, verso chi è nel bisogno, e riesce attraverso un piccolo aiuto, talvolta a salvarsi addirittura la vita.

E’il più nobile gesto d’amore terreno, quello di aiutare il prossimo, esattamente come ci viene indicato da Gesù stesso nel Vangelo, poichè Gesù non solo aveva compassione dei poveri, ma si interessava di loro e dei loro bisogni.

Lui e gli apostoli avevano un fondo comune da cui attingevano per aiutare gli israeliti bisognosi. (Matteo 26:6-9; Giovanni 12:5-8; 13:29) Gesù incoraggiò quelli che volevano divenire suoi seguaci a riconoscere che avevano l’obbligo di aiutare gli indigenti.

A un giovane capo ricco disse: “Vendi tutto ciò che hai e distribuiscilo ai poveri, e avrai un tesoro nei cieli; e vieni, sii mio seguace”.

Il fatto che quest’uomo non fosse disposto a separarsi dai suoi beni dimostra che amava le ricchezze più di quanto amasse Dio e il prossimo.

Non aveva quindi le qualità necessarie per essere un discepolo di Gesù. — Luca 18:22, 23.

E nella lettera ai Corinzi (1-13)

1 Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, sono come un bronzo che risuona o un cembalo che tintinna.


2 E se avessi il dono della profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza, e possedessi la pienezza della fede così da trasportare le montagne, ma non avessi la carità, non sono nulla.


3 E se anche distribuissi tutte le mie sostanze e dessi il mio corpo per esser bruciato, ma non avessi la carità, niente mi giova.


4 La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia, 

5 non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, 

6 non gode dell’ingiustizia, ma si compiace della verità. 

7 Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. 

8 La carità non avrà mai fine. Le profezie scompariranno; il dono delle lingue cesserà e la scienza svanirà. 

9 La nostra conoscenza è imperfetta e imperfetta la nostra profezia. 

10 Ma quando verrà ciò che è perfetto, quello che è imperfetto scomparirà. 

11 Quand’ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino. Ma, divenuto uomo, ciò che era da bambino l’ho abbandonato. 

12 Ora vediamo come in uno specchio, in maniera confusa; ma allora vedremo a faccia a faccia. Ora conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, come anch’io sono conosciuto.


13 Queste dunque le tre cose che rimangono: la fede, la speranza e la carità; ma di tutte più grande è la carità!”

Aiutiamo nel silenzio chi incontriamo, senza pubblicare foto o facendo nomi e cognomi, poichè crediamo nel rispetto e nella dignità di cui ogni uomo ha diritto, seppur nel bisogno.